Storia

Cifa  >  Chi siamo  >  Storia

“ Una storia fatta di ricerca, tenacia e passione ha portato CIFA a diventare riferimento innovativo a livello internazionale, facendo segnare un serie di veri e propri primati tecnologici. ”
Storia_150.jpg
È il 7 luglio 1928 quando Carlo Ausenda crea CIFA, Compagnia Italiana Forme Acciaio: un'azienda dedita alla progettazione e realizzazione di antenne per radiotrasmissioni e impianti di casseforme di contenimento dei getti di calcestruzzo.
Particolarmente importanti le dinamiche evolutive nel secondo dopoguerra, quando l'impiego del calcestruzzo è stato tra gli elementi fondamentali della ricostruzione in tutta Europa. Gli anni compresi tra il 1947 e il 1950, infatti, consentono a Cifa di sviluppare appieno l'attività industriale con la realizzazione di dighe in calcestruzzo per rispondere alle emergenti necessità energetiche civili e industriali.
Cifa compie nella sua lunga storia una costante evoluzione occupandosi di tutto ciò che ha a che fare col calcestruzzo: così nel 1958 nasce la prima autobetoniera e i primi impianti per il preconfezionamento del calcestruzzo, nel 1965 debuttano i treni di betonaggio, alla fine degli anni '60 le prime autobetonpompe e le prime pompe autocarrate; nel 1975 nasce il primo "Magnum", nel 1977 i primi impianti di riciclo e infine negli anni '80 le prime unità per il pompaggio dello sprayed-concrete.

Una storia fatta di ricerca, tenacia e passione, che a porta CIFA a diventare riferimento innovativo a livello internazionale nel campo del trasporto, pompaggio e realizzazione di impianti per il preconfezionamento del calcestruzzo, facendo segnare un serie di veri e propri primati tecnologici.
La storia di CIFA in un libro
CIFA-COVER-BOOK.jpg
acquista.png